Sicurezza sul lavoro

Attraverso la Formazione per la Sicurezza sul Lavoro i lavoratori possono apprendere le nozioni e gli elementi formativi utili a ridurre i rischi e tutelare sia se stessi che i colleghi.
Noi di UESE Formazione sosteniamo la Cultura della Sicurezza nei luoghi di Lavoro e crediamo che la formazione sia il primo passo per ridurre gli infortuni in azienda.

Per questo motivo abbiamo deciso, da fine maggio a metà dicembre 2017, di sostenere noi le spese della formazione generale dei lavoratori!
Se deciderai di iscriverti ad uno dei nostri corsi di formazione specifica per lavoratori a rischio basso, medio o alto, il corso di FORMAZIONE GENERALE DEI LAVORATORI lo paghiamo noi!

2. CORSO DI FORMAZIONE SPECIFICA
SULLA SICUREZZA SUL LAVORO
in base Accordo Stato-Regioni 21 dicembre 2011 ed ai sensi dell’articolo 37 e relativo aggiornamento

ORE DI FORMAZIONE
4/8/12 ore in base al settore Ateco di riferimento
AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE
6 ore

CONTENUTI
> Rischi infortuni
> Meccanici generali
> Elettrici generali
> Macchine
> Attrezzature
> Cadute dall’alto
> Rischi da esplosione
> Rischi chimici
> Nebbie – Oli – Fumi – Vapori – Polveri
> Etichettatura
> Rischi cancerogeni
> Rischi fisici
> Rumore
> Vibrazione
> Radiazioni
> Microclima e illuminazione
> DPI Organizzazione del lavoro
> Ambienti di lavoro
> Stress lavoro-correlato
> Movimentazione manuale carichi
> Movimentazione merci (apparecchi di sollevamento, mezzi trasporto)
> Segnaletica
> Emergenze
> Le procedure di sicurezza con riferimento al profilo di rischio specifico
> Procedure esodo e incendi
> Procedure organizzative per il primo soccorso
> Incidenti e infortuni mancati
> Altri Rischi
> Test di verifica finale

Richiedi un offerta gratuita

3. FORMAZIONE DIRIGENTI PER LA SICUREZZA SUL LAVORO
in base Accordo Stato-Regioni 21 dicembre 2011 ed ai sensi dell’articolo 37 e relativo aggiornamento

ORE DI FORMAZIONE
16 ore
AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE
6 ore

CONTENUTI
MODULO 1 Giuridico normativo
> Il sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori
> Gli organi di vigilanza e le procedure ispettive
> I soggetti del sistema di prevenzione aziendale (Dlgs 81/08, compiti, obblighi, responsabilità e tutela assicurativa)
> Delega di funzioni; la responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa; la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche (Dlgs 231/01
> I sistemi di qualificazione delle imprese
> Test di verifica finale

MODULO 2 Gestione e organizzazione della sicurezza
> I modelli di organizzazione e di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (art. 30 Dlgs 81/08)
> Gestione della documentazione tecnica amministrativa
> Obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione
> Organizzazione della prevenzione incendi, primo soccorso e gestione delle emergenze
> Modalità di organizzazione e di esercizio della funzione di vigilanza delle attività lavorative e in ordine all’adempimento degli obblighi previsti art. 18 comma 3 bis Dlgs 81/08
> Ruolo del RSPP/ASPP
> Test di verifica finale

MODULO 3 Criteri e strumenti per la valutazione dei rischi
> Il rischio da stress lavoro correlato
> Rischio ricollegabile alle differenze di genere, età, provenienza da altri paesi e dalla tipologia contrattuale
> Il rischio da interferenze e lavori in appalto
> Misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione in base ai fattori di rischio
> Considerazione degli infortuni mancati e delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori e dei preposti
> I DPI
> La sorveglianza sanitaria
> Test di verifica finale

MODULO 4 Comunicazione, informazione, consultazione
> Competenze relazionali e consapevolezza del ruolo
> Importanza strategica dell’informazione, della formazione e dell’addestramento quali strumenti di conoscenza della realtà aziendale
> Tecniche di comunicazione
> Lavoro di gruppo e gestione dei conflitti
> Consultazione e partecipazione degli RLS
> Natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione degli RLS
> Test di verifica finale

Richiedi un offerta gratuita

4.FORMAZIONE DEL DATORE DI LAVORO CON COMPITI DI RSPP
in base Accordo Stato-Regioni 21 dicembre 2011 ed ai sensi dell’articolo 34 e relativo aggiornamento

ORE DI FORMAZIONE
16/32/48 ore in base al settore Ateco di riferimento
AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE
6/10/14 ore in base al settore Ateco di riferimento

CONTENUTI
MODULO 1 Giuridico normativo
> Il sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori
> La responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa
> La «responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni, anche prive di responsabilità giuridica» ex D.Lgs. n. 231/2001, e s.m.i.
> ll sistema istituzionale della prevenzione
> I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D.Lgs. 81/08: compiti, obblighi, responsabilità
> Il sistema di qualificazione delle imprese
> Test di verifica finale

MODULO 2 Gestione e organizzazione della sicurezza
> I criteri e gli strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi
> La considerazione degli infortuni mancati e delle modalità di accadimento degli stessi
> La considerazione delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori
> Il documento di valutazione dei rischi (contenuti, specificità e metodologie)
> I modelli di organizzazione e gestione della sicurezza
> Gli obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione
> Il documento unico di valutazione dei rischi da interferenza
> La gestione della documentazione tecnico amministrativa
> L’organizzazione della prevenzione incendi, del primo soccorso e della gestione delle emergenze
> Test di verifica finale

MODULO 3 Individuazione e valutazione dei rischi
> I principali fattori di rischio e le relative misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione
> Il rischio da stress lavoro-correlato
> I rischi ricollegabili al genere, all’età e alla provenienza da altri paesi
> I dispositivi di protezione individuale
> La sorveglianza sanitaria
> Test di verifica finale

MODULO 4 Formazione e consultazione dei lavoratori
> L’informazione, la formazione e l’addestramento
> Le tecniche di comunicazione
> Il sistema delle relazioni aziendali e della comunicazione in azienda
> La consultazione e la partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza
> Natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la Sicurezza
> Test di verifica finale

Richiedi un offerta gratuita

5. FORMAZIONE PREPOSTI SULLA SICUREZZA SUL LAVORO
in base Accordo Stato-Regioni 21 dicembre 2011 ed ai sensi dell’articolo 37 e relativo aggiornamento

ORE DI FORMAZIONE
8 ore
AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE
6 ore

CONTENUTI
> Principali soggetti del sistema di prevenzione aziendale: compiti, obblighi, responsabilità
> Relazioni tra i vari soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione
> Definizione e individuazione dei fattori di rischio
> Incidenti e infortuni mancati
> Tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori, in particolare neoassunti, somministrati, stranieri
> Valutazione dei rischi dell’azienda, con particolare riferimento al contesto in cui il preposto opera
> Individuazione misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione
> Modalità di esercizio della funzione di controllo dell’osservanza da parte dei lavoratori delle disposizioni di legge e aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro, e di uso dei mezzi di protezione collettivi e individuali messi a loro disposizione
> Test di verifica finale

Richiedi un offerta gratuita

6. FORMAZIONE PER IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS)
in base all’art. 37 del Dlgs 81/08 e relativo aggiornamento

ORE DI FORMAZIONE
32 ore base
AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE
4/8 ore (per le imprese che occupano più di 50 lavoratori)

CONTENUTI
> Principi giuridici comunitari e nazionali
> Legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro
> Accordi stato regione ancora validi
> Principali soggetti coinvolti e i relativi obblighi
> Relazioni dei soggetti
> Approfondimento sugli obblighi dei soggetti coinvolti
> Aspetti normativi dell’attività di rappresentanza dei lavoratori
> Definizione e individuazione dei fattori di rischio
> Illustrazione di un metodo di valutazione dei rischi
> Individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione
> Dispositivi di protezione individuale
> Segnaletica
> Rischi specifici esistenti negli ambiti in cui esercita la propria rappresentanza (rischio incendio, rischio macchine, rischi interferenziali e duvri)
> Rischi specifici esistenti negli ambiti in cui esercita la propria rappresentanza (rischio chimico, rischio videoterminali, rischio lavori in quota, rischio ambienti confinati, rischio elettrico, rischio stress lavoro correlato, rischio movimentazione manuale dei carichi, rischio rumore, rischio vibrazioni)
> Infortuni, incidenti e mancati incidenti
> Nozioni di tecnica della comunicazione
> Aggiornamenti normativi
> Test di verifica finale

7. FORMAZIONE PER IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA E L’AMBIENTE (RLSA)
in base al D.lgs 81/08 e relativo aggiornamento

ORE DI FORMAZIONE
64 ore di base
AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE
16 ore

CONTENUTI
Il Corso di formazione di 32 ore per la parte sicurezza segue il programma:
> Principi giuridici comunitari e nazionali
> Legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro
> Accordi stato regione ancora validi
> Principali soggetti coinvolti e i relativi obblighi
> Relazioni dei soggetti
> Approfondimento sugli obblighi dei soggetti coinvolti
> Aspetti normativi dell’attività di rappresentanza dei lavoratori
> Definizione e individuazione dei fattori di rischio
> Illustrazione di un metodo di valutazione dei rischi
> Individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione
> Dispositivi di protezione individuale
> Segnaletica
> Rischi specifici esistenti negli ambiti in cui esercita la propria rappresentanza (rischio incendio, rischio macchine, rischi interferenziali e duvri)
> Rischi specifici esistenti negli ambiti in cui esercita la propria rappresentanza (rischio chimico, rischio videoterminali, rischio lavori in quota, rischio ambienti confinati, rischio elettrico, rischio stress lavoro correlato, rischio movimentazione manuale dei carichi, rischio rumore, rischio vibrazioni)
> Infortuni, incidenti e mancati incidenti
> Nozioni di tecnica della comunicazione
> Aggiornamenti normativi
> Test di verifica finale

8. CORSO DI FORMAZIONE PER FORMATORI IN SALUTE E SICUREZZA
in conformità ai requisiti richiesti dal D.lgs 81/08 e dal Decreto Interministeriale del 6 marzo 2013

ORE DI FORMAZIONE
24 ore

CONTENUTI
> Le finalità della formazione alla sicurezza
> Le competenze, le capacità e le abilità del formatore
> La differenza tra formazione, informazione e addestramento
> La comprensione delle diverse modalità di apprendimento
> La gestione dei diversi step di un processo formativo
> L`analisi dei diversi stili di insegnamento
> L`approccio formativo dalla progettazione all`organizzazione della lezione
> Il comportamento e la comunicazione del docente in aula
> Le tecniche di una comunicazione efficace in pubblico
> La gestione delle domande, i feedback e i riepiloghi
> I consigli del docente: il facilitatore
> Esame di casi operativi
> Le nuove parole chiave della Sicurezza sul lavoro
> Evoluzione normativa nel tempo, ACCORDI STATO-REGIONI sulla formazione obbligatoria dei lavoratori
> Comparazione tra il vecchio approccio prevalentemente tecnico e il nuovo più realista e multidisciplinare
> Definizioni ed obblighi dei ruoli della sicurezza
> Test di verifica finale

9. FORMAZIONE PER ADDETTI ANTINCENDIO RISCHIO BASSO/MEDIO/ALTO
in conformità ai requisiti richiesti dal D.lgs 81/08 e s.m.i. in applicazione del D.M. 10/03/1998

ORE DI FORMAZIONE
4/8/16 ore in base al livello del rischio
AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE
2/5/8 ore in base al livello del rischio

CONTENUTI
> L’incendio e la prevenzione incendi
> La protezione antincendio
> Le procedure da adottare in caso di incendio
> Esercitazioni pratiche
> Test di verifica finale

10. FORMAZIONE PER RESPONSABILI ED ADDETTI AI SERVIZI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP/ASPP)
in base all’Accordo Stato-Regioni del 7 lugliio 2016 ed ai sensi dell’articolo 32 del D.Lgs 81/08

ORE DI FORMAZIONE RSPP
100 ore + eventuale specializzazione
ORE DI FORMAZIONE ASPP
76 ore + eventuale specializzazione
EVENTUALE SPECIALIZZAZIONE MODULO B
-SP1 agricoltura – pesca 12 ore
-SP2 cave – costruzioni 16 ore
-SP3 sanità residenziale 12 ore
-SP4 chimico – petrolchimico 16 ore
AGGIORNAMENTO RSPP
40 ore nel quinquennio
AGGIORNAMENTO ASPP
20 ore nel quinquennio

CONTENUTI
MODULO A
> La normativa generale e specifica in tema di salute e sicurezza e gli strumenti per garantire in adeguato approfondimento e aggiornamento in funzione della continua evoluzione della stessa
> Tutti i soggetti del sistema di prevenzione aziendale. i loro compiti e le responsabilità
> Le funzioni svolte dal sistema istituzionale pubblico e dei vari enti preposti alla tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro
> I principali rischi trattati dal D.Lgs n.81/2008 e come individuare le misure di prevenzione e protezione, nonché le modalità per la gestione delle emergenze
> Gli obblighi di informazione, formazione e addestramento nei confronti dei soggetti del sistema di prevenzione aziendale
> I concetti di pericolo, rischio, danno,prevenzione e protezione
> Gli elementi metodologici per la valutazione del rischio
> Test di verifica finale

MODULO B
> Tecniche specifiche di valutazione dei rischi e analisi degli incidenti
> Ambiente e luoghi di lavoro
> Rischio incendio e gestione delle emergenze Atex
> Rischi infortunistici
– macchine,impianti e attrezzature
– rischio elettrico
– rischio meccanico
– movimentazione merci: apparecchi di sollevamento e attrezzature per trasporto merci
– mezzi di trasporto: ferroviario, su strada, aereo, marittimo
> Rischi infortunistici: cadute dall’alto
> Rischi di natura ergonomica e legati all’organizzazione del lavoro: movimentazione manuale dei carichi e attrezzature munite di videoterminali
> Rischi di natura psico-sociale: stress lavoro-correlato, fenomeni di mobbing e sindrome da burn-out
> Agenti fisici
> Agenti chimici, cancerogeni e mutageni, amianto
> Agenti biologici
> Rischi connessi ad attività particolari: ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento, attività su strada, gestione rifiuti
> Rischi connessi all’assunzione di stupefacenti, psicotrope ed alcol
> Organizzazione dei processi produttivi
> Test di verifica finale

MODULO C
> Progettare e gestire processi formativi in riferimento al contesto lavorativo e alla valutazione dei rischi, anche per la diffusione della cultura e salute e sicurezza e del benessere organizzativo
> Pianificare, gestire e controllare le misure tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza aziendali attraverso sistemi di gestione della sicurezza
> Utilizzare forme di comunicazione adeguate a favorire la partecipazione e la collaborazione dei vari soggetti del sistema
> Test di verifica finale

11.FORMAZIONE PER ADDETTI CARRELLI ELEVATORI SEMOVENTI CON CONDUCENTE A BORDO
in base Accordo Stato-Regioni 22 febbraio 2012 e dell’articolo 73 comma 5 del D.Lgs. 81/2008

ORE DI FORMAZIONE TEORICA
8 ore
ORE DI FORMAZIONE PRATICA
> Carrelli industriali semoventi (4 ore)
> Carrelli semoventi a braccio telescopico (4 ore)
> Carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi (4 ore)
> Carrelli industriali semoventi, carrelli semoventi a braccio telescopico e Carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi (8 ore)
AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE
4 ore

CONTENUTI
MODULO 1 Giuridico normativo
> Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro

MODULO TECNICO
> Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per trasporto interno
> Principali rischi connessi all’impiego dei carrelli semoventi
> Sistemi di ricarica batterie
> Dispositivi di comando e di sicurezza
> Le condizioni di equilibrio
> Modalità di utilizzo in sicurezza dei carrelli semoventi

MODULO PRATICO
> Illustrazione seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze
> Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello
> Guida del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico
> Test di verifica finale teorica e pratica

12. FORMAZIONE PER ADDETTI ALL’USO DEL CARROPONTE
in conformità all’art. 73, comma 4 del D.Lgs 81/2008

ORE DI FORMAZIONE
4 ore
AGGIORNAMENTO QUINQUENNALE
6 ore

CONTENUTI
> Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alle disposizioni di legge in materia di uso delle attrezzature di lavoro (D.Lgs. n. 81/2008)
> Responsabilità dell’operatore
> Norme generali di utilizzo del carroponte: ruolo dell’operatore rispetto agli altri soggetti (montatori, manutentori, capo cantiere, ecc.)
> Limiti di utilizzo dell’attrezzatura tenuto conto delle sue caratteristiche e delle sue condizioni di installazione. Manovre consentite tenuto conto delle sue condizioni di installazione (zone interdette, interferenze, ecc.)
> Caratteristiche dei carichi (massa, forma, consistenza, condizioni di trattenuta degli elementi del carico, imballaggi, ecc.)
> Principali rischi connessi all’impiego del carroponte
> Modalità di utilizzo in sicurezza del carroponte
> Nozioni elementari di fisica: nozioni di base per la valutazione dei carichi movimentati nei cantieri, condizioni di equilibrio di un corpo
> Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione (limitatori di carico e di momento, limitatori di posizione, ecc.)
> Controlli da effettuare prima dell’utilizzo: controlli visivi (della gru, dell’appoggio, delle vie di traslazione, ove presenti) e funzionali
> Test di verifica finale

13. FORMAZIONE PER ADDETTI AL RISCHIO ELETTRICO, PERSONALE PESE PAV
aisensi del D.Lgs81/08 art 80, Norma CEI 11-27″Lavori in impianti elettrici” ed.IV 2014 e Norma CEI 50100- 1 “Esercizio degli impianti elettrici” Ed.III 2014

ORE DI FORMAZIONE TEORICA
12 ore
AGGIORNAMENTO
4 ore

CONTENUTI
Unità 1
> Legislazione sulla sicurezza dei lavori elettrici
> Analisi del rischio elettrico, definizioni, rischio accettabile
> Legislazione sugli impianti elettrici
> Gli effetti della corrente elettrica sul corpo umano
> Nozioni di primo intervento di soccorso
> Segnaletica di sicurezza e di salute sul luogo di lavoro
> Distribuzione elettrica nei sistemi
> Definizione di lavoro elettrico
– Norma CEI EN 50100-1 ed. III:2014 “Esercizio degli impianti elettrici”
– Norma CEI 11-27 ed. IV:2014 “Lavori su impianti elettrici”
> Tipologia dei lavori elettrici
> Attrezzi e DPI per lavori elettrici sotto tensione in BT
> Test di verifica finale

Unità 2
> Tipologia di lavori elettrici
> Attrezzi e DPI per lavori elettrici sotto tensione in BT
> Misure di sicurezza nei lavori elettrici e non elettrici
> Ruoli, figure e scambi di informazioni tra persone interessate ai lavori elettrici (URI, RI, URL, PL)
> Procedure per lavori sotto tensione su impianti in bassa tensione; preparazione del lavoro
> I lavori elettrici in bassa tensione, fuori tensione, in prossimità di parti attive
> Esempi di schede di lavoro con descrizione delle fasi operative
> Test di verifica finale

14. FORMAZIONE PER ADDETTI AI LAVORI IN QUOTA, UTILIZZO DELLE SCALE ED IL CORRETTO IMPIEGO DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALI
in conformità al capo II, titolo IV del D.Lgs.81/2008

ORE DI FORMAZIONE
4 ore

CONTENUTI
> Identificazione dei pericoli
> L’uso delle scale
> Gli ancoraggi
> I ponteggi
> I potenziali incidenti sui ponteggi
> I parapetti
> Le protezioni
> Gli incidenti
> I pericoli principali
> L’utilizzo dei DPI anticaduta
> Test di verifica finale

Richiedi un offerta gratuita

15. FORMAZIONE DEI LAVORATORI ESPOSTI AL RISCHIO RUMORE
in conformità all’art. 195 del D.Lls. 81/2008

ORE DI FORMAZIONE TEORICA
4 ore

CONTENUTI
> Rumore, salute e sicurezza sul lavoro
> Cenni di acustica fisica e fisiologica sul rumore
> Rumore e D.Lgs. 81/2008
> Metodologie e strumenti di misura per il rumore
> I DPI per il rumore
> La bonifica acustica ed esperienze di prevenzione
> Test di verifica finale

16. FORMAZIONE DEI LAVORATORI ESPOSTI AL RISCHIO MACHINE
in conformità all’art. 73 del D.Lls. 81/2008

ORE DI FORMAZIONE TEORICA
4 ore

CONTENUTI
> Requisiti di sicurezza
> Obblighi del Datore di lavoro
> Definizioni
> Il Decreto macchine
> Conformità alle norme CE
> Condizioni di impiego delle attrezzature
> Situazioni anormali prevedibili
> I pericoli delle macchine
> Il sollevamento manuale dei carichi
> Prescrizioni di sicurezza
> Test di verifica finale

17.FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO PER ATTIVITA’ IN AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO O CONFINATI
così come previsto dalDPR 277/2011

ORE DI FORMAZIONE
8 ore

CONTENUTI
MODULO TEORICO 4 ORE
> Conoscere il contesto normativo e le buone pratiche
> Conoscere i ruoli, le responsabilità ed i relativi obblighi
> Riconoscere gli ambienti sospetti di inquinamento o confinati
> Conoscere e saper individuare i fattori di rischio in ambienti sospetti di inquinamento o confinati
> Conoscere, saper individuare ed elaborare le misure di prevenzione e protezione specifiche
> Conoscere e sapere come si usano le specifiche strumentazioni, attrezzature e DPI da utilizzare negli ambienti sospetti di inquinamento o confinati
> Conoscere ed adottare le procedure di sicurezza per effettuare i lavori ambienti sospetti di inquinamento o confinati (il permesso di lavoro), coerenti con il DLgs 81/08 e comprensive delle procedure di soccorso (emergenza e recupero)

MODULO PRATICO 4 ORE
> Applicare in modo corretto le procedure di sicurezza conformi D.lgs 81/2008 e del DPR 177/2011
> Utilizzare in modo corretto le attrezzature specifiche per gli ambienti confinati (ventilazione forzata, misurazione dei gas, ecc.); le protezioni delle vie respiratorie (APVR maschera con filtri, introduzione ai respiratori isolanti)
> Il sistema di recupero con l’imbracatura, simulando un salvataggio senza accesso
> Test di verifica finale teorica e pratica

18. FORMAZIONE PER OPERATORE ADDETTO A LAVORI PRESSO STABILIMENTI A RISCHIO DI INCIDENTE RILEVANTE
in conformità al D.Lgs. 105/15 e relativi aggiornamenti

ORE DI FORMAZIONE
16 ore
ORE DI AGGIORNAMENTO
4 ore

CONTENUTI
> Decreto Legge 334/99 [oggi D.Lgs.105/15 (Seveso III)]
> L’evoluzione normativa delle direttive SEVESO I – II – III
> Esempi di incidenti rilevanti e relative misure
> Benefici conseguibili attraverso la rigorosa applicazione delle misure e delle procedure di sicurezza e prevenzione
> Specifici ruoli e responsabilità nel garantire l’aderenza alle normative di sicurezza e alla politica di sicurezza
> Possibili conseguenze di inosservanze e deviazioni dalle procedure di sicurezza
> Politica di prevenzione degli incidenti rilevanti del sito specifico
> Scheda di informazione sui rischi di incidente rilevante per i cittadini ed i lavoratori nel sito specifico
> Schede di sicurezza delle sostanze e dei preparati pericolosi interessati nel sito specifico
> Piano di emergenza di stabilimento (PEI)
> Contenuti delle analisi e valutazioni di sicurezza nel sito specifico
> Test di verifica finale

19. CORSO DI FORMAZIONE SUI MANCATI INCIDENTI O NEAR MISS

ORE DI FORMAZIONE
4 ore

CONTENUTI
> Infortuni gravi: cause principali e responsabilità
> Analisi degli infortuni
> Mancato incidente o infortunio: near miss
> Segnalazione e gestione dei mancati incidenti
> Casi pratici
> Esercitazioni
> Test di verifica finale

20. CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO
ai sensi del DM 388/03

ORE DI FORMAZIONE
16/12 ore in base al Gruppo A-B o C di appartenenza
ORE DI AGGIORNAMENTO
6/4 ore in base al Gruppo A-B o C di appartenenza

CONTENUTI
MODULO TEORICO
> Allertare il sistema di soccorso
> Riconoscere una emergenza sanitaria
> Attuare gli interventi di primo soccorso
> Conoscere i rischi specifici dell’attività svolta
> Traumi in ambiente di lavoro
> Patologie specifiche in ambiente di lavoro

MODULO PRATICO
> Principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N.
> Principali tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute
> Principali tecniche di primo soccorso della sindrome respiratoria acuta
> Test di verifica finale teorica e pratica

21. CORSO DI FORMAZIONE SUL RISCHIO CHIMICO E CANCEROGENO
in base al Titolo IX del D.Lgs 81/2008 s.m. e L’Accordo della Conferenza Stato-Regioni per la formazione del 21 dicembre 2011

ORE DI FORMAZIONE
4 ore

CONTENUTI
> Regolamento n. 1272/2008 Classification Labelling Packaging-CLP. Globally Harmonized System-GHS
> Regolamento CE n. 1907/2006-REACH; Regolamento (UE) n. 453/2010
> Struttura e analisi critica della scheda di sicurezza
> La sorveglianza sanitaria
> Valutazione del rischio da agenti chimici pericolosi
> Agenti mutageni e cancerogeni
> Dispositivi di protezione individuale (DPI)
> Test di verifica finale

22. CORSO DI FORMAZIONE PER VALUTATORI INTERNI DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI

ORE DI FORMAZIONE
16 ore

CONTENUTI
> Panoramica della normativa italiana in materia di sicurezza del lavoro
> Il testo UNICO sulla Sicurezza (D.L.vo 81/2008)
> La norma BS OHSAS 18001
> Le Linee Guida UNI-INAIL sul SGSL
> La norma UNI EN ISO 19011
> La pianificazione dell’audit
> La composizione del gruppo di verifica
> Caratteristiche del valutatore
> Comunicazione con le parti interessate
> La conduzione delle attività di verifica ispettiva
> Gli audit di I, II e III parte
> Gli strumenti operativi del valutatore
> Le liste di riscontro
> Il Rapporto di Verifica ispettiva
> Le azioni successive
> Test di verifica finale

23.CORSO DI FORMAZIONE SU “COME GESTIRE EFFICACEMENTE LA QUALIFICA FORNITORI, SUBAPPALTATORI E DUVRI”
in base alle indicazioni del D.Lgs. 81/2008, art.32 comma 2 e s.m.i. e in conformità all’Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016

ORE DI FORMAZIONE
8 ore

CONTENUTI
> Il Decreto 81/2008 e la gestione delle interferenze
> L’applicazione dell’articolo 26 del T.U. della Sicurezza sul lavoro
> Coordinamento appaltatori e rischi interferenziali
> La qualifica dei fornitori, il loro coordinamento e la redazione del DUVRI con supporto informativo
> Test di verifica finale

24. CORSO DI FORMAZIONE “COME CREARE UNO SCAMBIO DI INFORMAZIONI VIRTUOSO”
in base alle indicazioni del D.Lgs. 81/2008, art.32 comma 2 e s.m.i

ORE DI FORMAZIONE
8 ore

CONTENUTI
> BBS (Behavior Based Safety)
> Analisi delle cause di infortunio
> Agire etico e coinvolgimento dei collaboratori
> Come influenzare i comportamenti
> Ottenere feedback dai collaboratori
> Rappresentare gli eventi con la Safety Cross e la piramide di HEINRICH
> Test di verifica finale

Pasticceri, camerieri, macellai, pizzaioli, aiuto cuochi, pescivendoli, baristi, venditori di dolciumi sfusi… Sono moltissime le professioni per cui è obbligatorio il corso di formazione alimentaristi in modalità FAD (ex libretto sanitario). Per questi e per altri lavoratori, UESE offre corsi di formazione su misura, di persona o a distanza con piattaforme di e-learning. Una modalità di apprendimento facile, veloce e sicura a tua completa disposizione.Acquista i corsi direttamente da qui

LA FORMAZIONE IN AMBITO ALIMENTARE SECONDO LA LEGGE

Il settore alimentare interessa numerose figure professionali, la cui formazione è garanzia di rispetto delle normative di sicurezza nelle attività di manipolazione, trasformazione, lavorazione e somministrazione di prodotti alimentari, pietanze e bevande. La normativa italiana suddivide i corsi di formazione in 3 grandi gruppi: corsi di formazione di 12 ore per responsabili di industrie alimentari, corsi di formazione di 8 ore per addetti che manipolano gli alimenti (addetti alla lavorazione di formaggi e salumi, addetti al reparto gastronomia, addetti alla produzione di pasta fresca, ecc), e infine corsi di formazione di 4 ore per addetti che NON manipolano gli alimenti (baristi, fornai, addetti alla produzione di pizze, addetti alla vendita di alimenti sfusi, ecc). L’esito positivo della frequentazione di questi corsi permette al candidato di ricevere l’attestato HACCP per l’esercizio della professione come da ex libretto sanitario.

LA PIATTAFORMA DI E-LEARNING E LA FORMAZIONE IN AULA

UESE vanta una profonda esperienza nell’insegnamento e può contare su professionisti qualificati con almeno due anni in RSTP, a disposizione di aziende e attività commerciali per tenere corsi di formazione per alimentaristi di persona o da remoto. I corsi vengono organizzati nella nostra aula attrezzata da 12 posti o in alternativa in ambienti adatti per gruppi numerosi (fino a 30 persone). La modalità più comune resta in ogni caso l’apprendimento a distanza, grazie alla disponibilità di una piattaforma di e-learning di facile utilizzo per chiunque. A ogni corsista viene fornito il materiale didattico necessario e tutte le informazioni tecniche per conseguire l’attestato di di alimentarista in tempi rapidi e con il massimo profitto.

Docenti formatori e R.S.P.P.
Geom. Giuseppe Izzo - dott. Luca Barillà - dott. Lorenzo Buggè - Geom. Francesco Nito - Antonio Salvalaio - dott. Giuseppe Marchese