Prevenzione Incendi

La Divisione UESE Prevenzione Incendi è operativa per nuove costruzioni, ampliamenti, modifiche, ristrutturazioni e adeguamenti.

La tipologia di richiesta del Cliente pone la nostra organizzazione a scegliere la metodologia più adatta, tra cui l’approccio ingegneristico alla prevenzione incendi (approccio prestazionale) che permette l’ottimizzazione dell’attività soggetta a controllo da parte del Comando VV.F., organizzando le misure preventive e protettive (a partire dalla progettazione strutturale per giungere infine al piano di gestione emergenze) in funzione delle effettive necessità.

Le attività svolte da UESE possono essere suddivise in tre ambiti: certificazioniprogettazione e verifiche.

L’ambito della certificazione è rappresentato dalla richiesta di rilascio/rinnovo del CPI – Certificato Prevenzione Incendi ai VV.F. Le attività riguardano la predisposizione di progetti per la richiesta del Certificato di Prevenzione Incendi (D.P.R. 151/11), le perizie tecniche di conformità antincendio (anche legate alla gestione di sinistri) e l’analisi sicurezza antincendio mediante approccio ingegneristico – D.M. 9/5/2007 (modellazione attività e analisi prestazionale).

La progettazione riguarda gli studi di fattibilità per adeguamenti alla normativa di prevenzione incendi, la progettazione strutturale e di impianti di spegnimento a idranti, sprinkler, naspi, Water-Mist, Hi-Fog e saturazione totale, alle quali si affiancano la Direzione Lavori per la realizzazione delle opere di adeguamento e il relativo collaudo.

La fase di verifica (controllo e monitoraggio) è particolarmente importante per la corretta implementazione e ottimizzazione del processo.

Il Cliente è sempre assistito e monitorato attraverso audit e verifiche di conformità alla normativa di prevenzione incendi tramite sopralluoghi tecnici specifici quali ad esempio la verifica periodica di reti idriche antincendio, di impianti automatici di spegnimento e di altri sistemi di protezione attiva e passiva.